Parco del Gran Sasso

La parte teramana del Parco del Gran Sasso

A Montorio al Vomano esige una visita la Collegiata di San Rocco, con grandi altari barocchi in legno e preziosi arredi. Da vedere anche la Chiesa di San Filippo, la Chiesa degli Zoccolanti, la Chiesa dei Cappuccini con il chiostro, e i baluardi del Forte spagnolo.

Può essere piacevole e interessante una passeggiata lungo le strade del centro storico ricche di antichi edifici, fra cui Casa Catini, con un bel portale del Quattrocento. Sul fiume Vomano ci sono, poi, i resti di un rarissimo Tempio dedicato a Ercole.

Pietracamela, centro turistico sia estivo sia invernale, è l’antica Petra Cimmera. La neve che per tanti anni aveva tarpato le ali ad ogni tipo di iniziativa, con il progresso e la moda dello sci ha dato nuova linfa a questa come ad altri analoghi centri.

La stazione sciistica di Prati di Tivo richiama, infatti, numerosi sciatori sia dal Teramano sia dalle vicine Marche. L’estate Pietracamela si presta splendidamente come base per escursioni e passeggiate tra il verde dei boschi.

Come arrivare:
Immettersi sulla S.S.16 in direzione Pescara. Oltrepassato il centro abitato di Giulianova si gira a destra in direzione Teramo. Si attraversa il centro abitato di Teramo e si seguono le indicazioni per Montorio al Vomano. Da Montorio si segue la strada per Roma-Passo delle capannelle fino a giungere dopo pochi chilometri al bivio, che si incontra sul lato sinistro della strada, per PIETRACAMELA – PRATI DI TIVO.

Durata escursione:
Intera giornata

Nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso

Da Assergi la splendida strada panoramica giunge ai piedi del Gran Sasso che dall’alto dei suoi 2914 metri getta uno sguardo al mar Tirreno e uno al mar Adriatico. Campo Imperatore, il vasto altopiano che si sviluppa per 27 chilometri a 1800 metri di altitudine media in una solitudine montana senza tempo, in uno scenario maestoso prettamente alpino in vista delle più belle vette del massiccio.

Castel del Monte, con l’interessante centro storico, il “Ricetto” che fu il nucleo fortificato e inacessibile, di vedetta sulla Valle del Tirino.

Calascio, con l’ardita rocca, solitaria e imponente, capolavoro dell’arte militare che a 1500 metri di altitudine rappresenta una delle fortificazioni più alte d’Italia.

Santo Stefano di Sessanio, possidimento dei Medici nel Cinquecento, conserva ancora oggi i segni di quella squisita cultura. Passando per strette viuzze, in quei tempi facili da difendere, si arriva alla Piazza Medicea con la torre dell’orologio e l’arco sovrastato dallo stemma della nobile famiglia fiorentina. All’interno della chiesa parrocchiale è conservata una statua lignea del santo di ottima fattura.

Come arrivare:
Immettersi sulla S.S.16 in direzione Pescara. Oltrepassato il centro abitato di Giulianova, girare a destra in direzione di Teramo. Poco prima di giungere a Teramo prendere l’AUTOSTRADA A24 L’AQUILA-ROMA. Uscire al casello di Assergi (subito dopo il lungo tunnel del Gran Sasso) e dirigersi in direzione di CAMPO IMPERATORE quindi seguire i cartelli stradali per le altre destinazioni.

Durata escursione:
Intera giornata

Gallery

Abruzzo Gran sasso

Gallery Residence Il Borgo

Contattaci per richiedere informazioni o preventivi
CLICCA QUI