Val Vibrata

La Val Vibrata

Situato nella parte settentrionale dell’Abruzzo, lungo il torrente Vibrata si possono visitare numerose località importanti per storia, arte e architettura, partendo da Martinsicuro, località più a nord della costa abruzzese dove si può ammirare la Torre di guardia con le insegne di Carlo V.

Colonnella è posta su un cocuzzolo che permette la vista di mare e montagna. Particolare la Scalinata di accesso al centro storico, elemento caratterizzante del paese. Il Palazzo municipale presenta, all’esterno, un’immagine in bronzo di Giordano Bruno. A Piazza del Popolo si trova la Parrocchiale dei Santi Cipriano e Giustino, costruita su una chiesa del ‘500 tra la fine del sec. XVIII e l’inizio del sec. XIX. All’interno si possono ammirare la cinquecentesca statua della Madonna del Suffragio, in legno dorato, e un organo costruito nel 1883 da Gennari da Napoli.

E’ del secolo XVI la Torre dell’orologio appartenente alla scomparsa chiesa di San Leopoldo e situata in piazza Mazzini. Quanto mai caratteristica Corropoli con l’Acropoli che conserva la grande Badia di Santa Maria ad Majulanum, costruita sui resti di un tempio pagano dedicato alla Dea Flora. Meritano una visita anche la Parrocchiale di Sant’Agnese e la Fontana ottocentesca di piazza Pedicorte. Nei pressi di Corropoli si trova il villaggio preistoric o di Ripoli, costituito da capanne incavate nel terreno e risalente a 5000 anni fa.

A Controguerra, nella parte alta, sopravvive un torrione costruito nel 1370. Nella Chiesa di San Francesco ci sono interessanti opere d’arte. Splendido nella Chiesa di S. Maria delle Grazie l’altorilievo policromo della Madonna in terracotta del secolo XV. Da visitare, in una stradina parallela a quella della Chiesa di S. Maria delle Grazie, la Cappellina della Icona, con un affresco del ‘600. Situato nella frazione di San Giuseppe Lavoratore, merita una visita anche il Museo della civiltà contadina.

A Torano, capitale dei vini della valle, si producono il Rosso Montepulciano, il Bianco Trebbiano, il Rosato Cerasuolo e gli spumanti secchi. Nei giorni di Ferragosto il vino e i salumi tipici diventano protagonisti di una tradizionale sagra. Da vedere la Chiesa romanica di San Massimo, San Martino alle Torri, a Poggio Varano, e la Parrocchiale Madonna delle Grazie del secolo XVII che conserva all’interno una particolare statua della Madonna col bambino, con una croce astile del ‘300. Anche a Nereto si trova una Chiesa dedicata a San Martino, costruita nel secolo XII con colonne monolitiche tardoromane. Sulla facciata spicca un bassorilievo raffigurante San Martino e assunto a stemma della cittadina vibratiana. Bella anche la Fontana Vecchia del 1831 recentemente ristrutturata. Quanto mai caratteristica Corropoli con l’Acropoli che conserva la grande Badia di Santa Maria ad Mejulanum, costruita sui resti di un tempio pagano dedicato alla Dea Flora.

Merita una visita anche la Parrochiale di Sant’Agnese e la Fontana ottocentesca di piazza Piedicorte. Nei pressi di Corropoli si trova il villaggio preistorico di Ripoli, costituito da capanne incavate nel terreno e risalente a 5000 anni fa.

Gallery

Gallery Residence Il Borgo

For any questions or concerns please do not hesitate to contact
click here